© Copyright 2020 - P.IVA IT 10079220017
Consulenze Iridologiche

UN METODO CHE SVELA PREDISPOSIZIONI COSTITUZIONALI E CARATTERISTICHE PERSONALI

L’Erboristeria Ferraiolo propone su appuntamento consulenze iridologiche. L’osservazione dell’iride permette di individuare le caratteristiche costituzionali e le predisposizioni a determinati disturbi, essendo considerata una speciale carta topografica che riproduce in miniatura tutta la mappa del corpo umano e le funzioni dei suoi organi. Grazie a un suo studio attento è possibile determinare una carenza passata o presente in altre parti del corpo. Gli occhi sono da sempre considerati lo specchio dell’anima e non c’è nulla di più vero: l’iride mostra anche l’indole caratteriale di un individuo e ne svela l’io più profondo. Un’analisi che indaga su più livelli, non solo fisica, ma anche energetica ed emozionale, che offre la possibilità di scoprire come riequilibrare gli organi del proprio corpo. L’iridologia è l’arte di interpretare i disegni, i colori, le forme architettoniche della parte visibile dell’occhio (l’iride, la pupilla e la sclera) e di mettere tali rilievi in relazione allo stato di salute dell’organismo: l’occhio diventa il microcosmo in cui si specchia il macrocosmo dell’intero corpo. Il vero ruolo dell’iridologia diventa così quello di permettere un’indagine rapida e completa che consente di osservare i profondi collegamenti della vita e confronto nella scelta delle terapie più appropriate.
L’anima, per fortuna, ha un interprete – spesso inconscio, ma pur sempre un fedele interprete – gli occhi. (Charlotte Brontë)

IRIDOLOGIA MODERNA

L’origine dell’iridologia moderna è abbastanza recente. Conta appena un secolo, anche se i Cinesi prima, Ippocrate poi, hanno sempre sostenuto l’importanza semeiotica dell’occhio umano per la ricerca dello stato di salute. Dal 1000 al 200 a.c. si trovano dei testi sulla “lettura delle malattie dagli occhi” e Ippocrate (460-375 a.c.) disse: “Tali sono gli occhi, tale è il corpo”. L’iridologia è nata in Europa, e precisamente in Ungheria e in Svezia, con Ignaz Von Péczely e Nils Liljequist, anche se nel 1670 esisteva già una topografia dell’iride e una diagnosi iridoscopica a opera di Phillippus Meyens, ma è solo con Ignaz Von Péczely che possiamo stabilire l’origine della vera iridoscopia moderna, nel 1838. Ancor più valore scientifico acquistò l’iridologia con le scoperte e gli esperimenti di Nils Liljequist, Deck, Angerer, Kriege, Schimmel, Markgraf e altri. Da questo momento l’iridologia divenne una scienza con leggi ben definite. L’importanza dell’occhio è ben oltre la  sua funzione retinica, poiché possiede anche la facoltà inversa di ricezione cioè trasmettere le sensazioni al cervello, così da esso le riceve, manifestandole poi nell’iride attraverso l’alterazione del suo tessuto e del suo pigmento, rivelando così lo stato di salute. E’ possibile riconoscere tale rivelazione con molto anticipo rispetto ad altri mezzi di indagine. Attraverso l’iride si può conoscere la costituzione organica del soggetto, la sua vitalità, lo stato e la condizione dei suoi organi, infine si può capire se la situazione è di indole ereditaria o se è stata acquisita dal soggetto nel corso della vita. Tratto da: Ass. Iridologica Italiana Assiri

IRIDOSCOPIO

E’ un’apparecchiatura composta da un microscopio posizionato su un carrello con movimento tridimensionale, che permette lo spostamento del microscopio per orientarsi e allinearsi di fronte all’occhio dell’interlocutore, la cui testa appoggia su un supporto detto mentoniera. Si completa con un sistema di illuminazione, indispensabile per la corretta osservazione della struttura iridea. La sua componente principale è uno stereo-biomicroscopio che permette di apprezzare la “profondità di campo”, ossia la profondità della messa a fuoco dell’immagine iridea, coinvolgendo nella visione dell’iride i due occhi dell’operatore, offrendogli un ampio piano d’osservazione in senso tridimensionale. L’erboristeria Ferraiolo si avvale di un IRIDOSCOPIO DIGITALE, dotato di una video/fotocamera digitale specifica per l’occhio, da collegare al computer, che permette di analizzare in tempo reale le immagini dell’iride.
CONTATTI: Mail: info@erboristeriaferraiolo.it Tel e WhatsApp: 011 19923351
INDIRIZZO: Corso Turati 10/bis 10128 Torino ORARIO NEGOZIO: Mar-mer-gio-sab: Mattina: 10-13; Pomeriggio: 16-19,30. Venerdi Orario Continuato 10 -19,30. Domenica e lunedi chiuso.
NAVIGATION
SOCIAL
 
 L’anima, per fortuna, ha un interprete – spesso inconscio, ma pur sempre un fedele interprete – gli occhi. (Charlotte Brontë)
Consulenze Iridologiche

UN METODO CHE SVELA PREDISPOSIZIONI

COSTITUZIONALI E CARATTERISTICHE

PERSONALI

L’Erboristeria Ferraiolo propone su appuntamento consulenze iridologiche. L’osservazione dell’iride permette di individuare le caratteristiche costituzionali e le predisposizioni a determinati disturbi, essendo considerata una speciale carta topografica che riproduce in miniatura tutta la mappa del corpo umano e le funzioni dei suoi organi. Grazie a un suo studio attento è possibile determinare una carenza passata o presente in altre parti del corpo. Gli occhi sono da sempre considerati lo specchio dell’anima e non c’è nulla di più vero: l’iride mostra anche l’indole caratteriale di un individuo e ne svela l’io più profondo. Un’analisi che indaga su più livelli, non solo fisica, ma anche energetica ed emozionale, che offre la possibilità di scoprire come riequilibrare gli organi del proprio corpo. L’iridologia è l’arte di interpretare i disegni, i colori, le forme architettoniche della parte visibile dell’occhio (l’iride, la pupilla e la sclera) e di mettere tali rilievi in relazione allo stato di salute dell’organismo: l’occhio diventa il microcosmo in cui si specchia il macrocosmo dell’intero corpo. Il vero ruolo dell’iridologia diventa così quello di permettere un’indagine rapida e completa che consente di osservare i profondi collegamenti della vita e confronto nella scelta delle terapie più appropriate.
NAVIGATION
SOCIAL
CONTATTI Mail: info@erboristeriaferraiolo.it Tel e WhatsApp: 011 19923351
INDIRIZZO Corso Turati 10/bis 10128 Torino ORARIO NEGOZIO: Mar-mer-gio-sab: Mattina: 10-13; Pomeriggio: 16-19,30. Venerdi Orario Continuato 10 -19,30. Domenica e lunedi chiuso.
© Copyright 2020 - P.IVA IT 10079220017

IRIDOLOGIA MODERNA

L’origine dell’iridologia moderna è abbastanza recente. Conta appena un secolo, anche se i Cinesi prima, Ippocrate poi, hanno sempre sostenuto l’importanza semeiotica dell’occhio umano per la ricerca dello stato di salute. Dal 1000 al 200 a.c. si trovano dei testi sulla “lettura delle malattie dagli occhi” e Ippocrate (460-375 a.c.) disse: “Tali sono gli occhi, tale è il corpo”. L’iridologia è nata in Europa, e precisamente in Ungheria e in Svezia, con Ignaz Von Péczely e Nils Liljequist, anche se nel 1670 esisteva già una topografia dell’iride e una diagnosi iridoscopica a opera di Phillippus Meyens, ma è solo con Ignaz Von Péczely che possiamo stabilire l’origine della vera iridoscopia moderna, nel 1838. Ancor più valore scientifico acquistò l’iridologia con le scoperte e gli esperimenti di Nils Liljequist, Deck, Angerer, Kriege, Schimmel, Markgraf e altri. Da questo momento l’iridologia divenne una scienza con leggi ben definite. L’importanza dell’occhio è ben oltre la  sua funzione retinica, poiché possiede anche la facoltà inversa di ricezione cioè trasmettere le sensazioni al cervello, così da esso le riceve, manifestandole poi nell’iride attraverso l’alterazione del suo tessuto e del suo pigmento, rivelando così lo stato di salute. E’ possibile riconoscere tale rivelazione con molto anticipo rispetto ad altri mezzi di indagine. Attraverso l’iride si può conoscere la costituzione organica del soggetto, la sua vitalità, lo stato e la condizione dei suoi organi, infine si può capire se la situazione è di indole ereditaria o se è stata acquisita dal soggetto nel corso della vita. Tratto da: Ass. Iridologica Italiana Assiri

IRIDOSCOPIO

E’ un’apparecchiatura composta da un microscopio posizionato su un carrello con movimento tridimensionale, che permette lo spostamento del microscopio per orientarsi e allinearsi di fronte all’occhio dell’interlocutore, la cui testa appoggia su un supporto detto mentoniera. Si completa con un sistema di illuminazione, indispensabile per la corretta osservazione della struttura iridea. La sua componente principale è uno stereo-biomicroscopio che permette di apprezzare la “profondità di campo”, ossia la profondità della messa a fuoco dell’immagine iridea, coinvolgendo nella visione dell’iride i due occhi dell’operatore, offrendogli un ampio piano d’osservazione in senso tridimensionale. L’erboristeria Ferraiolo si avvale di un IRIDOSCOPIO DIGITALE, dotato di una video/fotocamera digitale specifica per l’occhio, da collegare al computer, che permette di analizzare in tempo reale le immagini dell’iride.
ERBORISTERIA FERRAIOLO
ERBORISTERIA FERRAIOLO